La propaganda lasci in pace la Storia.

Carmelo Briguglio

.

cbNon condivido la cancellazione di nomi di strade, il ritiro di cittadinanze onorarie, la demolizione di lapidi, la distruzione di targhe dedicate a questa o quella personalità del passato. Di qualunque epoca, di qualsiasi versante, di ogni fede. Si tratti di Garibaldi, Mussolini, Stalin o Tito.

La Storia si compone di tutte le pagine del nostro vissuto comunitario, incluse errori e orrori, tragedie e splendori, vittorie e sconfitte. Nessun foglio può essere strappato, nessun nome può essere cassato. Ci appartengono tutti.

E tutti, al di là del bene e del male, delle mille verità e interpretazioni, dovremmo ricordarcelo. Evitando di dare vita, da una parte o dall’altra, a iniziative faziose che spesso cadono nel grottesco. La propaganda lasci in pace la Storia.

Una Porsche 908 alla Targa Florio del ’70

Continua a leggere

Da Musumeci ossigeno alle ex province

N Gauge Nt1 Tokyo Streetcar 6000 Form Nuovo
RIVAROSSI 9166 RARO LOCOMOTORE D341-1041 Ex FS Ferrovie Toscane FSAS BOX SCALA-N

Poniamo fine alla lunga agonia delle Province in Sicilia.

Nello Musumeci

.

Dopo mesi di estenuante confronto con il governo nazionale siamo riusciti a ottenere il miglior risultato possibile, in questo contesto di emergenza. Le Province siciliane potranno disporre, entro giugno, di ulteriori cento milioni di euro, per spesa corrente, in aggiunta ai 102 milioni già erogati dalla Regione Siciliana il mese scorso.

Abbiamo anche ottenuto l’inserimento di deroghe normative all’approvazione dei bilanci e dei rendiconti. Dunque, le Province potranno approvare gli strumenti contabili e, quindi, rimettere in moto la macchina degli investimenti.

SICILIA provinceInoltre, secondo la nostra proposta, approvata già dalla Commissione Bilancio dell’Ars, gli enti intermedi potranno disporre di altri cinquecento milioni di euro ottenuti nell’accordo che abbiamo firmato col ministro Tria nel dicembre scorso e destinati ad opere pubbliche.

L’intesa di oggi col governo nazionale prevede, ancora, che con le nuove norme di attuazione in materia finanziaria e con la prossima Legge di bilancio dello Stato, la finanza locale passerà alla Regione e sarà finalmente adeguato al resto d’Italia il meccanismo del prelievo forzoso delle Province. Infine, abbiamo chiesto e ottenuto da Roma che i 140 milioni che la Regione anticipa per le Province, prelevandoli dal Fondo di sviluppo e coesione, saranno rifinanziati nell’ambito della futura programmazione 2021-2027.

Un sacrificio che il governo regionale compie con convinzione per ridare finalmente alle ex Province dignità istituzionale e ruolo nello sviluppo del territorio.

#governoMusumeci

Fleischmann 7385 N PICCOLO E-Lok BR 185 111-2 DBAG NUOVO
Minitrix 12619 STILO Tenderlok BR 58 1436 OVP w5685

3La risonanza della povertà3